Blog, Racconti

Niente e Nulla. Storielle sapienziali

Niente e Nulla. Storiella breve, 2021

Panorama, Montagne, Naturale, Lago, Estate, Austria


C’era una volta un uomo che sempre si lamentava.
Non passava giorno senza un lamento.
E di che si lamentava?
Diceva che a lui non era stato donato niente. Viveva nel vuoto più assoluto.
Nemmeno una casa, nemmeno una famiglia. Niente di niente.
Una cantilena continua che ripeteva tra sé e sé e che ripeteva con chiunque.
Un giorno, sentì parlare di una montagna magica che svelava tutti i segreti.
Decise di andarci.

Niente e Nulla

Camminò e camminò così tanto che ebbe la possibilità di allungare anche le sue lamentazioni.
Infatti, si erano aggiunte quelle della strada che stava percorrendo, dei sassi che lo molestavano e della stupidaggine di una montagna magica.
Da quando le montagne erano magiche?
Si era lamentato così tanto che non si era nemmeno accorto del paesaggio meraviglioso, di tutti gli alberi e dei fiori che si trovavano lungo il cammino.

La montagna magica

Infine, giunto sull’altura, non trovò nessuno. Il deserto assoluto, altro che magia!
Almeno così la vedeva.
Immaginate la scena. Immaginate pure la cantilena. Un tomo di lamentazioni.
Però, era tanto stanco che non voleva scendere.
Pensò allora di fermarsi un poco e riprendere fiato.
Già, di fiato ne aveva sprecato davvero tanto lamentandosi.

Mentra stava così seduto e in silenzio, si addormentò.
Quando si risvegliò, si sentì alquanto strano.
Aveva fatto un sogno incredibile. Aveva sognato un vecchio saggio che gli aveva detto di stare in silenzio. Almeno nel sonno.
Incredibile a dirsi, si lamentava anche quando dormiva. Lo sapeva solo lui come faceva.

Quella notte

Niente e Nulla

Quella notte non si lamentò. E non si lamentò nemmeno quando si risvegliò.
Per la prima volta si accorse della bellezza del luogo, del cielo splendido e di quel sole che donava calore.
Decise di rimanere lì ancora un poco.
In realtà, trascorsero tre giorni. Rimase sulla montagna per tre giorni.
Si nutrì con i frutti che trovò, bevve l’acqua di un ruscello che si trovava non lontano e finalmente riposò veramente.
Riposarono il suo corpo, la sua lingua e tutte le parole. Una vera magia.
Allora comprese che niente e nulla non sono la stessa cosa.
E che il vuoto apparente, la solitudine e quel deserto gli avevano donato tantissimo.

A volte basta solo fare un poco di silenzio e smettere di lamentarsi per rendersi conto che il nulla e il niente non sono la stessa cosa.
Abbiamo tutto perché tutto ci è già stato donato.

Grazie per aver letto il mio racconto
Abbi cura di te
Emily

Potrebbe piacerti anche...

62 Comments

  1. Complimenti

    1. Mino grazie non solo per questo commento ma anche per tutti gli altri
      Abbi cura di te e buona serata
      Emily

  2. Biagio says:

    Brava

    1. Grazie Biagio
      Un saluto
      Emily

  3. Bravissima ti seguo

    1. Grazie Germana
      Un caro saluto
      Emily

  4. Benedetta Locri says:

    Verissimo. Basta molto poco un bel racconto
    Benedetta Locri

    1. Grazie Benedetta, un caro saluto
      Abbi cura di te
      Emily

      1. Duilia says:

        Sono.d’accordo

        1. Duilia grazie per la tua presenza e per i commenti
          Un caro saluto
          Emily

  5. Karmela says:

    Un bel sito

    1. Grazie Karmela
      Un saluto
      Emily

  6. Vicentina says:

    Spesso usiamo le parole senza pensarci e siamo pieni di tante credenze

    1. Hai ragione Vicentina: credenze che ci portano solo a giudicare e a chiuderci
      Un caro saluto e grazie per il commento
      Abbi cura di te
      Emily

  7. Un bel raccontare il tuo
    Visy

    1. Grazie Visy
      Un caro saluto
      Emily

  8. Molto bello

    1. Grazie Serena
      Buona giornata
      Emily

  9. Anna Serena says:

    Molto bello

    1. Grazie Anna Serena e benvenuta
      Emily

  10. Siamo figli della nostra cultura Emily

    1. Esattamente Gilly
      Grazie per il commento
      Un caro saluto
      Emily

  11. Questo sito è un viaggio nella fantasia e nella sapienza

    1. Benvenuto Indro e grazie per questo commento
      Buona giornata
      Emily

  12. Carletta says:

    Molto bella questa storiella e istruttiva

    1. Benvenuta Carletta e grazie
      Emily

  13. Brava e complimenti per il blog

    1. Grazie Giulio
      Buona serata
      Emily

  14. Complimenti

    1. Grazie Blu
      Un saluto
      Emily

  15. Simonetta says:

    Una bella riflessione in un bel racconto

    1. Benvenuta Simonetta e grazie per il commento
      Emily

  16. Molto bello questo racconto

    1. Grazie per il commento Pino
      Un caro saluto
      Emily

  17. Pierdomenico says:

    Bravissima

    1. Grazie Pierdomenico
      Un saluto
      Emily

  18. Bello questo racconto che fa riflettere

    1. Ciao Paola, grazie
      Abbi cura di te
      Emily

  19. Molto bella

    1. Grazie Cira e benvenuta
      Emily

  20. Speranza says:

    Bravissima e buona giornata

    1. Grazie Speranza per i tuoi commenti e per essere così presente
      Un abbraccio
      Emily

  21. Racconto sapiente

    1. Benvenuto Onofrio e grazie
      Emily

  22. Bravissima. Ti auguro una giornata serena
    Licia

    1. Ciao Licia, grazie di cuore
      Abbi cura di te
      Emily

  23. Eccomi ciao

    1. Ciao Zelinda grazie e grazie
      Abbi cura di te e buona serata
      Emily

  24. Bello il blog brava

    1. Grazie Re
      Un saluto
      Emily

  25. Mi é piaciuto brava

    1. Grazie Paolo per il commento e per aver accettato l’invito
      Emily

  26. Brava

    1. Grazie Pilar per la tua preziosa presenza
      Un abbraccio
      Emily

  27. Grazie a te per averlo scritto

    1. Grazie per aver accettato l’invito Nene
      Un abbraccio
      Emily

  28. Ciao una bella storia

    1. Grazie Sere
      Un saluto
      Emily

  29. Bravissima

    1. Grazie Kalì
      Un saluto
      Emily

  30. Gianadolfo says:

    Bravissima

    1. Benvenuto Gianadolfo e grazie
      Emily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *